martedì 16 maggio 2017

il Sacro Monte della Pietà di Forlì

Giustifica[zioni] e Notizie che concernono la conservaz[ione]
delli Privilegi del Sag. Mo[nte]della Pietà di Forlì

Ricerca storica sulle origini del Sacro Monte della Pietà di Forlì condotta su documentazione indedita testi e immagini a cura di Claudio Torrenzieri

•La fondazione del S. Monte è remotissima, non conoscendone l’epoca precisa
Ancora oggi, alle soglie del XXI° secolo, aleggia il mistero sulla data di istituzione del Sacro Monte della Pietà di Forlì. Sia nelle pubblicazioni ufficiali sia nei siti web istituzionali è comunemente indicato il 21 Marzo 1511.
Quasi tutta la bibliografia esistente è prevalentemente dedicata alla storia dell’edificio, ben poco alle vicende storiche della vita amministrativa e sociale di questa istituzione caritatevole.

[...]• Un viaggio a ritroso nel tempo
In una relazione manoscritta della prima metà dell’Ottocento conservata presso l’Archivio di Stato di Forlì si denuncia in modo esplicito che la fondazione del S. Monte è remotissima, non conoscendone l’epoca precisa.

[...]• L’attività feneratizia degli ebrei a Forlì
Gli archivi storici dei Monti della Pietà e Frumentari sono rintraccibili in molte località romagnole e consentono di cogliere l’influenza sia sociale sia culturale che hanno avuto queste istituzioni caritatevoli nello svolgersi della vicende della storia locale. Nell’economia delle comunità, dal XVI secolo in poi, la beneficenza ha svolto un ruolo fondamentale per l’affrancameto da povertà enedmiche delle classi più povere.

[...]Gli eventi bellici
Relativamente al periodo bellico (1944 e il 1945) si è cercata ogni informazione sulla completa e definitiva scomparsa e/o distruzione dei documenti storici dell’Archivio del Monte.
[...]Le fonti bibliografiche moderne
L’ampia bibliografia sui Monti (vedi bibliografia) dimostra come questi istituti che già associavano all’assistenza, alla carità e al risparmio “plebeo” attività di prestito ai privati e agli enti locali, siano stati determinanti per la storia moderna locale, contribuendo nel corso dei secoli sia al riscatto sociale delle classi più umili e all’affrancazione da endemiche povertà sia all’affermazione di una borghesia illuminata e di una classe imprenditoriale che, in particolare nello Stato della Chiesa, dall’inzio dell’ottocento, ha dato vita a forme moderne di credito rintracciabili nelle originarie Casse di Risparmio.
[...]Memorie storiche intorno ai Forlivesi benemeriti 
Al Monte di Pietà dedica il Capo III. Da pagina 30 a 36, per la prima volta, in modo abbastanza organico anche se succinto e riassuntivo, viene narrata la vita sociale, politica, culturale ed economica di questo importante istituto caritaevole, anticipatore di forme più moderne del credito finanziario.
Il testo ci indirizza a delle note esplicative. Quella specifica alla data fondativa del Monte è la n. 13 che troviamo a pagina 155 e fa riferimento ad un «Estratto della deliberazione del consiglio 21 marzo 1511». [...]
Le fonti bibliografiche antiche
Sulla datazione dell’origine del Monte di Pietà di Forlì la bibliografia “moderna” del secolo scorso si affida a quanto riportato dal Matteucci nell’edizione del 1843 delle sue “Memorie storiche”. [...]Il manoscritto inedito 
Oltre alla ricerca sulla documentazione conservata nelle biblioteche e negli archivi pubblici, si è indagato anche verso altre fonti quali i cataloghi antiquari. [...]libro existenti in Secret.a S. Mont[is] 
Il documento rileva un’evidente similitudine con il Sommarium (37) e si deduce che la sua collocazione originaria è certamente “interna” all’istituto stesso. [...]
La fondazione del Sacro Monte della Pietà - Consiglio della Comunità di Forlì del 21 marzo 1510
Il testo manoscritto si apre a carta 6 recto con indicata la data di compilazione al mese di gennaio del 1719 e contiene il rescritto del Consiglio generale e segreto della Comunità di Forlì del 21 marzo 1510 attestante la fondazione del Sacro Monte della Pietà
[...]
Perizia dell’agrimensore Giuseppe Bovari della Città Forlì del 14 giugno 1719
il quale avendo «visitato il Palazzo dove si esercita l’opera del detto Santo Monte posto sulla strada Flaminia tra suoi notissimi Confini, ... stimo et asserisco che detta Fabbrica possa sormontare il valore di scudi sei milla tercento settant’uno, baiocchi trentatre, denari sei ...»
[...]
Vicenda relativa ad una vertenza con il Vescovo cittadino 

22 settembre 1717 nel Consiglio segreto della città di Forlì si propose che «in esecuzione agli ordini di questo Consiglio si portarono da Mos.re Ill:mo Vesc.o per assodar seco qualche onseto(sic) delle pendenze vertenti fra ilnostro S. Monte e (sic) Ecclesiastico et, essendo la loro rappresentanza riuscita (sic) com’anche un’altra replicata a tal effetto per parte de (sic) si propone il quid agendum, massime, che il seminario (sic) a tentare replicatamente l’essecuzione contro de (sic) Cassiere con pericolo di qualche scandalo ...»  [...]Alcune fonti integrative Bibliografia essenziale 

https://drive.google.com/open?id=0B6e_JbTZvh2IT3Rzai1MUGhleTg
Monte Pietà Forlì
 

Nessun commento: